15/05/2015 - " LA CIOTOLA COME METAFORA"- Associazione Arte dei Vasai Onlus- Siena

Venerdi 15 Maggio alle ore 18,30 si aprirà l’Edizione 2015 del Premio Arte dei Vasai .
La rassegna Internazionale di Ceramica Contemporanea ”la ciotola come metafora” sarà uno degli eventi importanti che si inaugureranno per questa annuale ricorrenza.

Più di 100 artisti internazionali saranno visibili dal 15 al 24 Maggio dalle 17 alle 20 nella Sala dei Vasai e Parco dell’Abbadia Nuova , Via S.Chiara,15 Siena.
La mostra è organizzata dall’ Associazione Arte dei Vasai Onlus della Nobile Contrada del Nicchio in occasione dell Festa all’Abbaia Nuova.
Durante questa occasione l’Associazione onorerà la carriera di Petra Weiss con l'attribuzione del Premio Arte dei Vasai 2015 e con una esposizione personale. Nell'ambito di ciò sarà esposta anche una selezione di opere del maestro Carlo Zauli che ha lasciato, oltre all'insegnamento all’artisa Pertra, anche un percorso esemplare di opere raccolte nel Museo Zauli di Faenza, curato dal figlio Matteo.


Gli Artisti della Mostra ”La ciotola come metafora”:

Lorenzo Acquaviva , Giuseppe Agamennone , Al Fadhil, Lee Babel, Angelo Salvatore Baghino , Patrizia Balmelli , Vinicio Barcaccia , Philippe Barde , Eclario Barone, Francesco Benedetti , Silvano Bertazzo , Carlo Bertocci , Aida Bertozzi , Marcantonio Bibbiani , Paola Bitelli , Nicola Boccini , Marco Bonechi , Marco Borgianni , Silvia Calcagno, Luca Canavicchio , Carlos Carlè , Claudio Carrieri , Nino Caruso , Antonella Cimatti, Andrea Comacchio , Kristina Comiotto , Rino Conforti , Elisa Confortini , Nivio Covelli , Max D’Orsi , Terry Davies , Guido De Zan , Francesco Del Casino , Mirco Denicolò, Renato Domiczek , Andrea Fagioli , Marino Ficola , Franco Fortunato , Mariano Fuga , Roberto Gaiezza , Dino Gambetta , Guido Garbarino , Massimo Gelonese , Emilio Giannelli , Roberto Giannotti , Roberto Giovannelli , Rolando Giovannini , Alfredo Gioventù , Stefano Giusti , Andrea Granchi , Ernst Hausermann , Jorge Lince Hernadez , Ana Cecilia Hillar , Luciano Laghi , Adriano Leverone , Sandro Lorenzini , Giovanni Maffucci , Andrea Mannuzza , Marcello Mannuzza , Sandro Marchetti , Guido Mariani , Franco Marrocco, Miranda Rita, Valentino Moradei , Leony Mordeglia , Mirta Morigi , Eva Munarin , Simone Negri , Mokichi Otzuka , Aldo Pagliaro , Giovanni Papi , Jasmine Pignatelli , Umberto Piombino , Carlo Pizzichini , Ylli Plaka , Paolo Polloniato, Paolo Porelli , Karin Putsch-Grassi , Simona Ragazzi , Franco Rampi , Edgardo Ratti , Antonella Ravagli , Caterina Ricci , Giorgio Robustelli , Martha Panchon Rodrighez
Isoletta Rossi , Rosso Ramina, Francesco Roviello , Arturo Santillo, Vania Sartori , Beppe Schiavetta , Renza Sciutto , Carlo Sipsz , Paola Staccioli , Paolo Staccioli , Enrico Stropparo , Mauro Tampieri , Alessio Tasca , Vittore Tasca , Daniel Tavares , Davide Tito , Vittorio Tolu , Michela Torricelli , Anna Vannotti, Elise Van Stolk, Enrico Versari, Petra Weiss, Betty Woodman, Angelo Zilio


“La ciotola come metafora”
Un tema, o meglio, il primo tema, il primo oggetto in ceramica che l'uomo primitivo ha realizzato, cioè il suo primo strumento fatto con l'utilizzo della terra, il primo contenitore per il cibo per il suo nutrimento e per l'acqua per bere. Ci permettiamo con questo tema di relazionare la mostra “La Ciotola come metafora” anche al tema dell'Expo 2015 di Milano, Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. La ciotola, nella sua forma semplice, si presenta davvero coma una metafora, in quanto mette in relazione cose ed elementi diversi, fino a diventare una sottile allegoria, cioè "metafora continua", attribuendo alla stessa sia un riferimento immediato e che uno sviluppo narrativo. Questa forma arcaica, semisferica, senza manici e normalmente senza piedini, si presenta come una forma libera, aperta alla sommità, costituita di materiali naturali, di aspetto più o meno grezzo, che acquista col tempo valore simbolico adeguandosi all'usura e al degrado, e alla corrosione che ne arricchiscono l'espressione, sollecita l'espansione delle informazioni sensoriali, convive con l'ambiguità e la contraddizione, da la sensazione del caldo, dove i valori della funzionalità e l'utilità diventano addirittura secondari rispetto all'ideale da perseguire come l'imperfezione della materia.

le altre mostre

BIOGRAFIA OPERE MOSTRE CONTATTI